Copertina di "La disciplina di Penelope", di Gianrico Carofiglio, edito da Mondadori

“La disciplina di Penelope”, il nuovo giallo di Gianrico Carofiglio

Una fredda e grigia Milano. Penelope Spada si risveglia nella casa di uno sconosciuto, dopo l’ennesima notte sprecata. Faceva il pubblico ministero, ma un tragico evento ha posto fine alla sua carriera e da allora conduce una vita sregolata.

Un giorno si presenta da lei un uomo che era stato indagato per l’omicidio della moglie. La vicenda però è rimasta irrisolta e il caso è stato archiviato per insufficienza di prove. Ora lui vuole vederci chiaro, così chiede a Penelope di aiutarlo a indagare privatamente per scoprire il vero assassino.

Dopo un iniziale rifiuto, Penelope decide di accettare l’incarico: per lei sarà l’occasione per rimettersi in gioco e ritrovare sé stessa.

Sono questi gli ingredienti del nuovo giallo investigativo di uno degli autori sempre in vetta alle classifiche!

Dopo il clamoroso successo ottenuto dalle serie dell’avvocato Guido Guerrieri e del maresciallo Pietro Fenoglio, pubblicati con Sellerio ed Einaudi, con questo romanzo Carofiglio debutta nel Giallo Mondadori e ci regala una nuova protagonista femminile, una donna dal carattere duro ma fragile al tempo stesso: un personaggio a cui sarà impossibile non affezionarsi.

Immaginate di rimanere impigliati in un procedimento penale. Per un concorso di circostanze, pur essendo innocenti, a vostro carico ci sono indizi. Insufficienti per farvi arrestare e per consentire la prosecuzione del procedimento. Sufficienti a fare scrivere nel decreto di archiviazione che i sospetti a vostro carico sono inquietanti.

Non potete farci niente; nemmeno se un giornale cita quelle frasi e chiunque lo legga si convince che siete un colpevole che l’ha fatta franca. Se provate a querelare il giornale vi risponderanno che loro non hanno fatto altro che riportare quello che ha scritto il giudice.

E perderete la causa.

Gianrico Carofiglio – La disciplina di Penelope

Nato a Bari nel 1961, Gianrico Carofiglio ha svolto per anni l’attività di pubblico ministero, specializzandosi in indagini sulla criminalità organizzata. Nel 2007 viene nominato consulente della commissione parlamentare antimafia e dal 2008 al 2013 è senatore della Repubblica nel Partito Democratico.

Nel 2002 esordisce nella narrativa creando il personaggio di Guido Guerrieri, uno degli avvocati più amati dal pubblico italiano e non solo. “La misura del tempo”, al momento l’ultimo romanzo della serie pubblicato da Einaudi nel 2019,  è stato finalista al Premio Strega 2020.

I suoi libri, con milioni di copie vendute, sono tradotti o in corso di traduzione in tutto il mondo.

Condividi l'articolo sui social